Ascend rileva Poliblend ed EssetiPlast

Siglato accordo per acquisire le due societ? italiane del Gruppo D?Ottavio attive nella produzione di compound e masterbatches.

13 febbraio 2020 09:00

Un altro pezzo dell’industria italiana del compounding passa di mano: Il produttore integrato di PA66 texano Ascend Performance Materials ha sottoscritto un accordo per acquisire due eccellenze del made in Italy, Poliblend ed EssetiPlast GD, entrambe parte del Gruppo D’Ottavio. Il completamento dell’operazione - del quale non sono stati forniti i dettagli finanziari - è previsto nel secondo trimestre dell’anno.

Rientra nel perimetro dell’acquisizione lo stabilimento di Mozzate, in provincia di Como, e il portafoglio di compound e concentrati delle due società: tecnopolimeri vergini e riciclati a base di PA66, PA6, PBT e POM, oltre a masterbatches colore e additivo .

La gamma di compound sviluppati da Poliblend con i marchi Polimid, Polipom, Politer e Secomid trova impiego in diversi settori, dall'automotive - il più importante - fino all’elettrico e all’edilizia. La società ha realizzato nell’esercizio 2018 un fatturato di poco inferiore a 80 milioni di euro. La capacità produttiva è pari a 40mila tonnellate annue con 170 addetti.

Giancarlo D’Ottavio (a destra nella foto), attuale presidente di Poliblend, continuerà a gestire le attività italiane e si unirà all'european management team di Ascend, guidato da John Saunders. “Si tratta di un capitolo entusiasmante per Poliblend - ha spiegato D’Ottavio  -. La combinazione dell’esperienza condivisa delle nostre aziende crea opportunità di espansione, continuando nel contempo a fornire i prodotti e servizi di alta qualità a cui si affidano i nostri clienti”.

“Questa acquisizione strategica segna una trasformazione importante per il nostro gruppo, che sta espandendo le proprie attività di produzione e distribuzione in Europa”, ha commentato Phil McDivitt, Presidente e CEO di Ascend (a sinistra nella foto).

Con sede a Houston Ascend Performance Materials è il principale fornitore integrato nella filiera della poliammide 66 producendo intermedi, materie plastiche e fibre in cinque impianti negli Stati Uniti e uno per compounding in Europa, dove occupa circa 2.600 addetti.

© Polimerica -  Riproduzione riservata

Numero di letture: 1182

» More Information

« Go to Technological Watch



This project has received funding from the Bio-Based Industries Joint Undertaking under the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement Nº 745828